Recuperato e scaricabile Catechismo del Cristiano Apostolo, di Tommaso Demaria

“Catechismo del Cristiano Apostolo” è la  digitalizzazione del testo   del prof. Tommaso Demaria, ciclostilato del  1967  e oggi presente presso  l’Ist. Internaz. “Don Bosco” di Torino  Via Caboto, 27  10129 – TORINO

Catechismo del cristiano apostolo : la DEMARIACdxSalvezza cristiana, Demaria, Tommaso, 1967, Istituto internazionale di Pedagogia e Scienze religiose,

Ora nella sua forma digitalizzata  “pulita” si può scaricare da qui: http://www.organismodinamico.it/wp-content/uploads/2018/05/CatechismodelCristianoApostolo.pdf

Il testo di 180 paginette  (145 nel testo originale) approfondisce il Corpo Mistico, nel suo legame essenziale con la Chiesa  e l’apostolato. Si tratta di una esposizione che affronta il problema dal punto di vista metafisico, e che con 100 domande  e risposte  sviluppa superficialmente  il tema della Chiesa/ Corpo Mistico nel suo aspetto di Superorganismo dinamico in funzione dell’apostolato.  Molto interessane è da quale domanda il prof.  Demaria  ha voluto partire.

I termini come la forma sono ovviamente vetusti , ma il contenuto è più che attuale  e tocca molti aspetti ancora dolenti, come succede ad ogni buona metafisica. Il testo è stato corretto ma non totalmente perché già così risponde alle esigenze di ricerca e citazione. Rispetto alla precedente versione PDF consente, infatti,  anche la ricerca di termini specifici, e la selezione di testi per copia e incolla . Vantaggio non da poco per chi dovesse citare qualcosa.

Come il catechismo di S. Pio X, il testo è costruito  in forma di domanda e  risposta. Diversamente dal citato “catechismo dei fanciulli” che un tempo si imparava a memoria, questo catechismo contiene  una doppia risposta. La risposta, infatti, si distingue in una iniziale  risposta breve seguita da un commento  e  un approfondimento. Tutte le domande e le  risposte brevi sono  radunate anche nelle pagine introduttive di indice che pubblichiamo qui di seguito

 

CATECHISMO DEL CRISTIANO APOSTOLO.. 1

CAPO I L’UOMO E LA SUA SALVEZZA. 33

1-Che cos’è l’uomo?. 33

L’UOMO È UN ESSERE LIMITATO, FINITO, INDIGENTE, BISOGNOSO DI SALVEZZA 33

2- Chi può salvare l’uomo?. 33

PUÒ SALVARE L’UOMO SOLO CHI STA AL DI SOPRA DELL’UOMO, E CIOÉ L’INFINITO; L’ASSOLUTO, DIO. TUTTO IL RESTO, SENZA DIO, NON SALVA, MA PERDE. DIO, PER L’UOMO, È SEMPRE STATO E SARÀ SEMPRE L’ASSOLUTO CHE SALVA. DA PARTE DELL’UOMO, LA RELIGIONE NASCE DAL BISOGNO DELL’ASSOLUTO CHE SALVA. 33

3-Da chi deve partire l’iniziativa della salvezza?. 34

L’INIZIATIVA DELLA SALVEZZA DEVE PARTIRE DA COLUI CHE PUÒ SALVARE, CIOÉ DA DIO. SOLO DIO PUÒ SALVARE GLI UOMINI. SENZA L’INIZIATIVA DIVINA, GLI UOMINI RIMANGONO IMPOTENTI DI FRONTE AL BISOGNO DELLA PROPRIA SALVEZZA. 34

4-Dio ha pensato alla salvezza dell’uomo?. 35

DIO CI HA PENSATO FIN DALL’ETERNITÀ, PER DUE RAGIONI: PERCHÉ È INFINITAMENTE BUONO, E PERCHÉ È CREATORE. 35

5 –La salvezza che Iddio ha offerto all’uomo, è un dono gratuito?. 35

LA SALVEZZA CHE DIO PADRE HA OFFERTO ALL’UOMO NELLA PERSONA DEL SUO DIVIN FIGLIO GESÙ CRISTO, E CONTINUA AD OFFRIRE ESSENDO SALVEZZA SOPRANNATURALE È DONO COMPLETAMENTE GRATUITO. 35

6- La salvezza cristiana, che è un dono gratuito fatto a Dio Padre agli uomini Suoi figli, rimane un puro dono?  36

LA SALVEZZA CRISTIANA, CHE DA PARTE DI DIO È UN DONO SOPRANNATURALE E PERCIÒ GRATUITO, RISPETTO ALL’UOMO PERÒ NON RIMANE UN PURO DONO, PERCHÉ DEV’ESSERE ANCHE CONQUISTATA. 36

7- La salvezza cristiana è solo eterna, o anche temporale?. 37

LA SALVEZZA CRISTIANA È INSIEME SALVEZZA TEETERNA E TEMPORALE, PERCHÉ È FATTA PER SALVRE L’UOMO NEL TEMPO E NELL’ETERNITÀ, NELL’ORDINE SPIRITUALE E NELL’ORDINE TEMPORALE. 37

8- È possibile separare la salvezza temporale dalla salvezza eterna?  38

NON È POSSIBILE, NÉ SAREBBE COSA GIUSTA E SAGGIA, SEPARARE LA SALVEZZA TEMPORALE DALLA SALVEZZA EERNA, O VICEVERSA. SAREBBE COME SEPARARE IL CORPO DALL’ANIMA. È LA MORTE DEL CORPO. E NON DI RADO È ANCHE LA MORTE SPIRITUALE DELL’ANIMA. 38

9 – La propria salvezza va realizzata individualmente, o comunitariamente?  39

LA PROPRIA SALVEZZA VA REALIZZATA COMUNITARIAMNTE, ORGANICAMENTE, E NON INDIVIDUALMENTE. 39

10- Che cosa rende necessario l’apostolato?. 40

É L’OPERARE LA SALVEZZA CRISTIANA, TEMPORALE ED ETERNA, PRO MUNDI VITA, PER LA VITA DELLE ANIME E DEL MONDO, CHE RENDE NECESSARIO L’APOSTOLATO. 40

CAPO II  OPERARE LA SALVEZZA CRISTIANA. 41

11-Che vuoi dire operare la salvezza cristiana?. 41

VUOL DIRE TRADURLA DA DONO DIVINO IN REALTÀ VIVA ED OPERANTE. VUOL DIRE RENDERLA VITA PER SÉ E PER GLI ALTRI. 41

12- Chi opera la salvezza cristiana?. 42

É PRIMA DI TUTTO DIO STESSO CHE OPERA LA SALVEZZA CRISTIANA. MA GLI UOMINI DEBBONO COOPERARE. DIO, CHE HA CREATO L’UOMO SENZA SERVIRSI DELL’UOMO, NON SALVA GLI UOMINI SENZA SERVIRSI DEGLI UOMINI 42

13-Perché è necessario l’apostolato?. 43

L’APOSTOLATO È NECESSARIO PER TRE RAGIONI: PERCHÉ DIO LO VUOLE; PERCHÉ L’UOMO NE HA BISOGNO; PERCHÉ LA STESSA SALVEZZA LO ESIGE. 43

14-Chi è chiamato ad essere apostolo?. 45

TUTTI SONO CHIAMATI AD ESSERE APOSTOLI, PERCHÉ TUTTI SONO CHIAMATI AD ESSERE FIGLI DI DIO, E DUNQUE A RICEVERE LE DONARE LA SALVEZZA. LA VOCAZIONE CRISTIANA, LA VOCAZIONE AALLA SANTITÀ, E LA VOCAZIONE ALL’APOSTOLATO, SONO TRE VOCAZIONI UNIVERSALI CHE COINCIDONO. 45

15 – Che cosa è necessario per essere apostoli?. 46

L’HA DETTO GESÙ STESSO: BISOGNA ESSERE LUCE, SALE, LIEVITO. LUCE DEL MONDO CON LA FEDE. SALE DELLA TERRA, CON LA SANTITÀ. LIEVITO DELLA VITA, CON LA AZIONE. 46

16- Come diventare luce, sale e lievito, per essere apostoli?. 48

PER DIVENTARE LUCE CON LA FEDE, SALE CON LA SANTITÀ, LIEVITO CON L’AZIONE ALLO SCOPO DI ESSERE APOSTOLI, È NECESSARIO FORMARSI, OSSIA LASCAIRSI INVESTIRE DALLA LUCE E DALLA SANTITÀ DI CRISTO, E IMMERGERSI NELLA SUA OPERA REDENTRICE E SALVIFICA 48

17-Come raggiungere la necessaria formazione, per operare la salvezza cristiana?  49

PER RAGGIUNGERE LA NECESSARIA FORMAZIONE APOSTOLICA, BISOGNA ACCETTARE LA FORMA DELL’APOSTOLO CHE È CRISTO, E LASCIARSI MODELLARE DA ESSA. BISOGNA ANCORA CHE LO SPIRITO SANTO, CHE È AMORE ED ENERGIA DIVINA, CORROBORI LA FORMA DI CRISTO IN NOI, TRADUCENDO LA IN FORZA OPERATIVA. 49

18-Per la formazione apostolica è necessario anche lo studio?. 50

PER LA FORMAZIONE APOSTOLICA È NECESSARIO ANCHE LO STUDIO, PERCHÉ, OLTRE LA FORMAZIONE SPIRITUALE E PRATICA, È NECESSARIA ANCHE LA FORMAZIONE DOTTRINALE. 50

19-Per la formazione apostolica qual è il primo studio da farsi?. 51

IL PRIMO STUDIO DA FARSI È QUELLO DELLA CHIESA STUDIATA PROPRIO IN VISTA DELL’APOSTOLATO. LA RAGIONE È FACILE A CAPIRSI: PERCHÉ IN ESSA SI CONCRETIZZA IL MISTERO DELLA SALVEZZA E SI OPERA LA SALVEZZA CRISTIANA. PER LA FORMAZIONE DOTTRINALE DELL’APOSTOLO, LO STUDIO DELLA CHIESA DIVENTA DAVVERO FONDAMENTALE. 51

20-Come studiare la Chiesa in vista dell’apostolato?. 52

LA CHIESA IN VISTA DELL’APOSTOLATO VA STUDIATA COME RELIGIONE, COME CORPO MISTICO (DI CUI IL POPOLO DI DIO È LA MANIFESTAZIONE VISIBILE), COME SOCIETÀ, COME REALTÀ MISSIONARIA SALVIFICA. 52

Capo III  LA RELIGIONE CRISTIANA. 53

21 – Che cos’è la religione?. 53

LA RELIGIONE È UN RAPORTO DI SALVEZZA TRA DIO E L’UOMO E TRA L’UOMO E DIO. 53

22-Come si esprime la religione? . 55

NELL’INTIMO DELL’UOMO, LA RELIGIONE SI ESPRIME, ANZITUTTO, CON IL RICONOSCIMENTO E L’ACCETTAZIONE DI DIO CREATORE E SALVATORE. NELLA VITA CONCRETA, POI LA RELIGIONE SI PRESENTA COME UN COMPLESSO DI DOGMI, DI RITI, E DI PRECETTI. 55

23 – Qual è la salvezza che Dio offre all’umanità per mezzo della Religione cristiana?  56

LA SALVEZZA CHE DIO OFFRE ALL‘ UMANITÀ PER MEZZO DELLA RELIGIONE CRISTIANA, È LA SALVEZZA CRISTIANA, COSÌ DETTA PERCHÉ SI RIASSUME IN CRISTO SALVATORE. LA GRANDEZZA DI QUESTA OFFERTA DI SALVEZZA SI MISURA SOLTANTO SE SI PENETRA LA REALTÀ MISTERIOSA DI GESÙ REDENTORE E SALVATORE COGLIENDO AD UN TEMPO IL PUNTO DI PARTENZA E IL PUNTO DI ARRIVO DEL DONO. 56

24 – A che cosa si riferisce la salvezza cristiana?. 57

LA SALVEZZA CRISTIANA SI RIFERISCE PRIMA DI TUTTO ALL’ORDINE SPIRITUALE, ESSA SALVA SPIRITUALMENTE L’UOMO, NEL TEMPO E NELL’ETERNITÀ. MA LA SALVEZZA CRISTIANA SI RIFERISCE PURE ALL’ORDINE TEMPORALE, RAPPRESENTANDO ANCHE PER ESSO L’UNICA VERA SALVEZZA. 57

25      Che differenza c’è tra religione e realtà religiosa?. 59

LA RELIGIONE È IL RAPPORTO DI SALVEZZA CHE SI RISOLVE SOGGETTIVAMENTE NELL’ACCETTAZIONE DELL’ASSOLUTO CHE SALVA, E OGGETTIVAMENTE IN UN DATO COMPLESSO DI DOGMI, RITI E PRECETTI. LA REALTÀ RELIGIOSA INVECE È TUTTO CIÒ CHE IN QUALCHE MODO VIENE INVESTITO DALLA RELIGIONE 59

26-Pur distinguendosi, religione e realtà religiosa non si equivalgono?  60

RELIGIONE E REALTÀ, RELIGIOSA NON SI EQIVALGONO. LA DISTINZIONE NON IMPEDISCE, ANZI ESIGE, UNA LORO STRETTA UNITÀ, CHE PERÒ NON È NÉ IDENTITÀ, NÉ EQUIVALENZA 60

27-È giusto parlare di “tramonto del sacro”?. 61

IL SACRO SI DISTINGUE DAL PROFANO. IL SACRO APPARTIENE ALLA SFERA DELLA RELIGIONE, IL PROFANO SI TROVA AL DI FUORI DI ESSA. MA LA SFERA DEL SACRO E LA SFERA DEL PROFANO COINCIDONO NELLA SFERA DELLA SALVEZZA E CIOÉ NELLA SFERA DELLA REALTÀ RELIGIOSA TOTALE. NON SI DÀ PERCIÒ “TRAM0NTO DEL SACRO” . CHE PER UN’AURORA DEL RELIGIOSO, O MEGLIODI UN MAGGIORE IMPEGNO RELIGIOSO. 61

28 – Salvezza spirituale e salvezza temporale interferiscono fra loro?  63

LA SALVEZZA CRISTIANA È AD UN TEMPO SALVEZZA SPIRITUALE E TEMPORALE DELL’UMANITÀ. ESISTONO STRETTISSIMI RAPPORTI TRA LE DUE, PERCHÉ UN ORDINE TEMPORALE ANIMATO CRISTIANAMENTE FACILITA LA SALVEZZA SPIRITUALE. D’ALTRA PARTE, È SOLO LA SALVEZZA SPIRITUALE NEL TEMPO, CON LA SUA CARICA DI GRAZIA, SANTITÀE CARITÀ APOSTOLICA, CHE PUÒ GARANTIRE LA SALVEZZA CRISTIANA ANCHE DELL’ORDINE TEMPORALE . 63

29 – La salvezza cristiana è un fatto automatico?. 64

LA SALVEZZA CRISTIANA, SIA DI ORDINE SPIRITUALE CHE TEMPORALE, BENCHÉ GRATUITO DONO DI DIO, NON È PER NULLA UN FATTO AUTOMATICO. BISOGNA COSTRUIRLA DENTRO DI SÉ E NEGLI ALTRI; INDIVIDUALMENTE E COLLETTIVAMENTE; NELL’ORDINE SPIRIIDALE E NELL’ORDINE TEMPORALE. 64

30 – Se la salvezza non è un fatto automatico, che cosa ne segue per l’apostolato?  66

NE SEGUE CHE LA RELIGIONE CRISTIANA, COME RAPPORTO DI SALVEZZA TRA DIO SALVATORE E GLI UOMINI DA SALVARE, DOVRÀ REALIZZARE QUESTA SALVEZZA TRADUCENDOSI IN REALTÀ APOSTOLICA. QUESTA È LA NATURA PIÙ PROFONDA E PIÙ VERA DELLA RELIGIONE E DELLA CHIESA: ESSERE LA REALTÀ APOSTOLICA SALVIFICA PER ECCELLENZA. SALVARE L’UMANITÀ: QUESTA È LA GRANDE MISSIONE DELLA RELIGIONE CRISTIANA E DELLA CHIESA. 66

Capo IV  RELIGIONE CRISTIANA E CORPO MISTICO.. 68

31 – Qual è il rapporto esistente è tra la Religione cristiana e la Chiesa come Corpo Mistico?  68

IL RAPPORTO ESISTENTE TRA LA RELIGIONE CRISTIANA E LA CHIESA COME CORPO MISTICO, NON È UN RAPPORTO QUALSIASI, PER QUANTO STRETTISSIMO POSSA ESSERE, MA È UN RAPPORTO DI IDENTITÀ. RELIGIONE CRISTIANA E CHIESA COME CORPO MISTICO, A RIGOR DI TERMINI, SONO LA STESSA COSA. 68

32 – Come si spiega l1 identità reale tra la Religione cristiana e la Chiesa come Corpo Mistico?  69

SI SPIEGA IN DUE MODI: PRIMO, PERCHÉ SIA LA RELIGIONE CRISTIANA, SIA LA CHIESA, DEBBONO OPERARE LA IDENTICA SALVEZZA CRISTIANA. SECONDO APPROFONDENDO L’ESSENZA DELLA RELIGIONE CRISTIANA. TALE APPROFONDIMENTO LA FARÀ COINCIDERE CON IL CORPO MISTICO. 69

33 -Che cosa è le Religione cristiana nella sua realtà profonda?. 70

LA RELIGIONE CRISTIANA NELLA SUA REALTÀ PROFONDA SI PRESENTA COME UN PROCESSO DI UNIFICAZIONE TRA DIO E L’UOMO E L’UOMO E DIO. SI PUÒ QUINDI DEFINIRE COSI’: LA RELIGIONE CRISTIANA È UNA SINTESI REALE DINAMICA SOPRANNATURALE SALVIFICA DELL’UMANO NEL DIVINO. 70

34- Che significa sintesi reale dinamica soprannaturale salvifica dell’umano nel Divino?  71

LA FRASE INTERA ESPRIME L’ESSENZA OSSIA LA NATURA PROFONDA DELLA RELIGIONE CRISTIANA. LE SINGOLE PAROLE VANNO INTESE NEL LORO VERO SENSO, SECONDO LA SPIEGAZIONE CHE SEGUE. 71

35 – Che valore ha la sintesi religiosa cristiana così concepita?. 73

HA UN VALORE ORGANICO-DINAMICO. E CIOÉ PENETRARE LA REIGIONE CRISTIANA NELLA SUA ESSENZA PROFONDA DI SINTESI REALE DINAMICA SOPRANNATURALE SALVIFICA DELL’UMANO NEL DIVINO SIGNIFICA SCOPRIRLA COME ORGANISMO DINAMICO. 73

36- Cos’è un organismo ?. 74

UN ORGANISMO, NEL VERO SENSO DELLA PAROLA, È UNA REALTÀ COMPLESSA, ANIMATA DA UN SUO PRINCIPIO VITALE, E PERCIÒ CAPACE DI VIVERE ED AGIRE A TITOLO PROPRIO. 74

37-Come si dividono gli organismi? . 75

GLI ORGANISI SI DIVIDONQ NELLE DUE GRANDI CATEGORIE DEGLI ORGANISMI FISICI DOTATI DI UN LORO CORPO FISICO; E DEGLI ORGANISMI STORICI, PRIVI DI UN PROPRIO CORPO FISICO. GLI ORGANISMI FISICI SONO QUELLI APPARTENENTI ALLA NATURA FISICA. GLI ORGANISMI STORICI SONO QUELLI CHE COMPONGONO LA REALTÀ STORICA, E VENGONO DA NOI CHIAMATI ORGANISMI DINAMICI : 75

38 – Che cos’è 1’organismo dinamico?. 77

L’ORGANISMO DINAMICO È UN VERO E PROPRIO ORGANISMO, REALE, VIVO. ESSO SI DISTINGUE DALL’ORGANISMO FISICO, PRIMA PERCHÉ NON POSSIEDE UN PROPRIO CORPO FISICO SECONDO, PERCHÉ NON VIENE PRODOTTO DALLA NATURA FISICA, MA VIENE COSTRUITO NEL TEMPO E NELLO SPAZIO DA CHI NE FA PARTE. 77

39 -Che cos’è necessario perché l’organismo dinamico sia un organismo vero e proprio?  79

È NECESSARIO È SUFFICIENTE CHE VERIFICHI LA DEFINIZIONE ESSENZIALE DI ORGANISMO DINAMICO. E CIOÉ, CHE SIA ANCH’ESSO UNA REALTÀ COMPLESSA, ANIMATA DA UN SUO PRINCIPIO VITALE, E PERCIÒ CAPACE DI VIVERE ED AGIRE A TITOLO PROPRIO. 79

48 79

Capo V  LA CHIESA COME SUPERORGANISMO DINAMICO.. 81

41-Ha importanza il capire la religione cristiana e il Corpo Mistico come organismo dinamico?  81

HA UNA IMPORTANZA ENORME. PUÒ ESSERE UNA CHIAVE PER CAPIRE TUTTO IL RESTO. PER CAPIRE, E PER FARE! ED INVERO ALTRO È UN APOSTOLATO CHE SGORGHI DALLA RELIGIONE CRISTIANA E DALLA CHIESA COME ORGANISMO DINAMICO, E ALTRO SAREBBE UN APOSTOLATO CHE IGNORASSE QUESTO SUO VERO PUNTO DI PARTENZA. 81

42-Che cos’è la Chiesa?. 82

DISTINGUIAMO: VISTA NELLA SUA ESSENZA PROFONDA, LA CHIESA APPARE COME IL SUPERORGANISMO DINAMICO RELIGIOSO CRISTIANO, CHE È AD UN TEMPO RELIGIONE, CORPO MISTIC0, E SOCIETÀ. 82

43-Quale è l’aspetto essenziale più decisivo della Chiesa?. 83

LA CHIESA È AD UN TEMPO RELIGIONE LA CHIESA È AD UN TEMPO RELIGIONE CORPO MISTICO, E SOCIETÀ. MA DI QUESTI SUOI TRE ASPETTI ESSENZIALI, IL PIÙ DECISIVO È QUELLO DI CORPO MISTICO, INTERPRETATO COME SUPERORGANISMO DINAMICO. 83

44 – Nel superorganismo dinamico, possiamo distinguere forma e materia?  84

LA DISTINZIONE DI FORMA E MATERIA NEL SUPERORGANISMO DINAMICO RELIGIOSO CRISTIANO SI PRESENTA COME UNA COSA OVVIA. IN ESSO, LA FORMA È IL DIVINO. LA MATERIA È L’UMANO. 85

45- La religione cristiana avrebbe potuto esistere senza tradursi in superorganismo dinamico?  86

LOGICAMENTE NO, PERCHÉ ESSA È SINTESI DINAMICA DELL’UMANO NEL DIVINO, RISOLVENDOSI COSÌ IN SUPERORGANISMO DINMUCO. IL DIVINO INFATTI COME SI È 86

46- Dicendo che la religione cristiana e Corpo Mistico si identificano nel superorganismo dinamico, si elimina ogni loro differenza?. 87

INSIEME ALLA LORO IDENTITÀ REALE ED ESSENZIALE, RIMANE ANCHE UNA DIFFERENZA, NEL SENSO CHE RELIGIONE CRISTIANA È CORPO MISTICO SONO DUE MODI DIVERSI DI VEDERE LA STESSA COSA. 87

47 – Superorganismo dinamico è Corpo Mistico si equivalgono perfettamente?  89

A RIGOR DI TERMINI NO, PERCHÉ IL CORPO MISTICO COINCIDE CON LA CHIESA, DISTINTA (ANCHE SE NON AL DI FUORI) DAL MONDO. MENTRE IL SUPERORGANISMO DINAMICO RELI GIOSO CRISTIANO PUÒ COMPRENDERE ENTRO SE STESSO ANCHE IL MONDO. 89

48- Nell’ambito cristiano, quanti superorganismi dinamici bisogna distinguere?  91

BISOQNA DISTINGUERE TRE SUPERORGANISMI DINAMICI, NON PERÒ INDIPENDENTI FRA LORO. E SONO I TRE SEGUENTI: IL SUPERORGANISMO DINAMICO DEL CORPO MISTICO, IL SUPERORGANISMO DINAMICO DEL MONDO PROFANO; E IL SUPERORGANISMO DINAMICO CRISTIANO TOTALE, CHE È LA SINTESI DEI DUE. 91

50-La logica del superorganismo dinamico religioso cristiano tende a mobilitare il cristiano apostolo in senso religioso, o profano?. 92

LO MOBILITÀ IN SENSO RELIGIOSO, ANCHE QUANDO SI TRATTA DI APOSTOLATO DI SETTORI PROFANI. ESSERE APOSTOLI INFATTI VUOL DIRE ESSERE PORTATORI DI FORMA, O ALMENO PREPARATORI DELLA MATERIA A RICEVERE LA FORMA,CHE È SEMPRE RELIGIOSA. 92

Capo VI  LA CHIESA COME SOCIETÀ GERARCHICA. 93

51- La Chiesa come superorganismo dinamico religioso cristiano è anche società?  93

L’ABBIMAMO GIÀ DETTO E LO RIPETIAMO: LA CHIESA COME SUPERORGANISMO DINAMICO RELIGIOSO CRISTIANO È ANCHE SOCIETÀ GERARCHICA, E NON POTREBBE NON ESSERLO. 93

52 -Perché la Chiesa dev’essere società Gerarchica?. 95

PERCHÉ È IL CORPO MISTICO, OSSIA IL SUPERORGANISMO DINAMICO DEL CORPO MISTICO E DUNQUE LA CHIESA, NON PU0’ ESISTERE, E TANTO MENO VIVERE ED AGIRE, SENZA UN SUO ADEGUATO RIVESTIMENTO GERARCHICO E SOCIETARIO E CIOÉ SENZA ESSERE ANCHE SOCIETÀ GERARCHICA. 95

53 – Nell’ipotesi che Gesù Cristo non avesse istituito la Chiesa come Società Gerarchica che cosa ne sarebbe avvenuto?. 96

L’IPOTESI È ANTISTORICA, E DUNQUE NON MERITA CONSIDERAZIONE. MA SUPPONENDOLA EGUALMENTE, NON CI SAREBBE ALTRA RISPOSTA CHE QUESTA: LA STESSA VITALITÀ DEL CORPO MISTICO SI SAREBBE GENERATO IL SUO RIVESTIMENTO GERARCHICO SOCIETARIO DAL DI DENTRO. 97

54- Si è detto che la Chiesa abbisogna di un adeguato rivestimento societario. Quale’ sarebbe?  98

É QUELLO CHE CORRISPONDE ALL’ORGANISMO CHE DEVE RIVESTIRE, E NON ALTRO. ORA, L’ORGANISMO DA RIVESTIRE SOCIETARIAMENTE È IL CORPO MISTICO COME SUPERORGANISMO DINAMICO DIVINO-UMAANO, IL CUI CAPO È CRISTO, LA CUI ANIMA È LO SPIRITO SANTO, LE CUI ARTICOLAZIONI SONO QPELLE PROPRIE DEL SUPERORGANISMO DINAMICO. NE SEGUE CHE L’UNICO RIVESTIMENTO SOCIETARIQ AD ESSO ADEGUATO, È QUELLO MONARCHICO-GERARCHICO, QUALE EFFETTIVAMENTE È STATO ISTI’IUITO DA GESÙ CRISTO. 98

55 – Ma un tale rivestimento societario non è antidemocratico?. 99

LA DEMOCRAZIA NON È CHE UN ELEMENTO SOCIOLOGICO UMANO, CHE NON HA NULLA A CHE FARE CON LA COSTITUZIONE MONARCHICO-GERARCHICA DELLA CHIESA, LA QUALE COSTITUZIONE È DIVINA. LA COSTITUZIONE SOCIETARIA DELLA CHIESA INFATTI NON POTEVA E NON PU0’ DIPENDERE CHE DA COLUI DAL QUALE DIPENDE IL SUPERORGANISMO DINAMICO DEL CORPO MISTICO, DA RIVESTIRSI SOCIETARIAMENTE. E CIOÉ DA DIO, DAL FIGLIO DI DIO, CRISTO, VERBO INCARNATO 99

56 – La Chiesa concepita come società non resta tuttavia mal concepita?  101

RESTA MAL CONCEPITA SE RESTA CONCEPITA COME SOCIETÀ IN SENSO ESCLUSIVO, O PREVALENTE, O SECONDO GLI SCHEMI SOCIOLOGICI UMANI. MA IL CONCEPIRLA DEBITAEENTE COME SOCIETÀ MONARCHICO-GERARCHICA, NON SOLTANTO NON È CONCEPITA MALE MA È L’UNICA VIA PER CONCEPIRLA BENE. 101

57 – Come fare a sintonizzare il rivestimento societario monarchico-gerarchico della Chiesa alla intera realtà di essa?  102

É POSSIBILE, DANDO NELLA CHIESA LA PREVALENZA AL CORPO MISTICO COME SUPERORGANISMO DINAMICO RELIGIOSO CRISTIANO. IL RIVESTIMENTO SOCIETARIO MONARCHICO-GERARCHICO DELLA CHIESA È IN FUNZIONE DI ESSA COME SUPERORGANISMO DINAMICO RELIGIOSO CRISTIANO. DEVE QUINDI OBBEDIRE ALLA SUA LOGICA. 102

58 – Non sembra che questo modo di prospettare la Chiesa armonizzi piuttosto poco col Concilio?  104

ARMONIZZA CON LA LETTERA DI ESSO, MA SOPRATTUTTO CON LO SPIRITO. L’UNICA DIFFÉRENZA STA IN QUESTO: CIÒ CHE IL CONCILIO INSEGNA ATTRAVERSO LA SUA RICCHISSIMA ESPOSIZIONE, QUI VIEN DETTO CON BREVI FORMULE, QUALI SI RENDONO NECESSARIE PER UNA SINTESI DOTTRINALE E PER LA PRATICA. 104

59 – Se lo stesso Concilio ha superato la concezione societaria della Chiesa, a che insistervi ancora?  105

IL CONCILIO SI È GIUSTAMENTE PREOCCUPATO DI DARCI U NA VISIONE COMPLETA DELLA CHIESA, NELLA SUA FUNZIONE SALVIFICA E IN TUTTA LA SUA RICCHEZZA SOPRANNATURALE. ESSA SUPERA DEFINITIVAMENTE LA VISIONE PARZIALE PURAMENTE O PREVALENTEMENTE SOCIETARIA DELLA CHIESA. MA NON LA ESCLUDE. ANZI, NE TRAE MOTIVO PER RIPRODURRE CON MAGGIORE VALIDITÀ E PUREZZA LA SUA COSTITUZIONE MONARCHICO-GERARCHICA. 105

60- Il rivestimento societario monarchico-gerarchico della Chiesa interessa 1’apostolato?  106

IL RIVESTIMENTO SOCIETARIO MONARCHICO-GERARCHICO DEL LA CHIESA COME SUPERORGANISMO DINAMICO RELIGIOSO CRISTIANO, NON SOLO INTERESSA L’APOSTOLATO, MA DIVENTA LA CHIAVE INDISPENSABILE PER LA SUA GIUSTA COMPRENSIONE E FUNZIONAMENTO. 107

Capo VII  POPOLO DI DIO, COMUNIONE, COMUNITÀ. 108

61 – La Chiesa è solo Religione, Corpo Mistico, e Società, o anche altro?  108

É INFINITE ALTRE COSE ANCORA. PER IL FATTO STESSO CHE ESSA SI IDENTIFICA CON LA RELIGIONE CRISTIANA NELLA SUA VERITÀ TOTALE, CHE NE È APPUNTO IL CONTENUTO, ESSA ASSOMMA TUTTO IL DIVINO MA ANCHE PRESCINDENDO DA QUESTO SUO CONTENUTO, LA CHIESA, ATTRAVERSO LE FIGURAZIONI BIBLICHE CARICHE DI MISTERO E L’INSEGNAMENTO DELLA LUMEN GENTTIUM APPARE DI UNA RICCHEZZA INESAURIBILE. 108

62- Con più conformità al Concilio, perché non partire subito dalla Chiesa come Popolo di Dio, Comunione, Comunità?. 109

LA RAGIONE È LA SEGUENTE: AGERE SEQUITUR ESSE. E CIOÈ L’AGIRE SGORGA DALL’ESSERE, A COMINCIARE DALLA SUA REALTÀ ESSENZIALE. L’AZIONE APOSTOLICA QUINDI DEVE SGORGARE DALL’ESSENZA INTIMA E PROFONDA DELLA CHIESA COME CORPO MISTICO E SUPERORGANISMO DINAMICO. QUESTO D’ALTRONDE STA ANCHE ALLA BASE DELLA CHIESA COME POPOLO DI DIO, COMUNIONE, COMUNITÀ. 109

63- Ma il Popolo di Dio, la Comunione, la Comunità, non hanno valore essenziale?  111

SENZA DUBBIO! CIÒ NON TOGLIE PERÒ CHE SIANO, A PARLARE CON PRECISIONE, ESPRESSIONE ESISTEZIALE DELLA ESSENZA PIÙ PROFONDA E PIÙ RADICALE DELLA CHIESA COME CORPO MISTICO, COME SUPERORGANISMO DINAMICO.                               POSSIAMO DIRE COSI’: POPOLO DI DIO, COMUNIONE, COMUNITÀ, APPARTENGONO ALL’ESSENZA DELLA CHIESA; NE SONO L’ESPRESSIONE ESISTENZIALE PIÙ INDISPENSABILE E IMMEDIATA. MA NON SONO PROPRIAMENTE L’ESSENZA DELLA CHIESA. ESSA RIMANE IL CORPO MISTICO COME SUPERORGANISMO DINAMICO. 111

64- Quanti e quali sono i piani dell’essere della Chiesa?. 113

SONO QUATTRO, E SONO I SEGUENTI: PIANO DELL’ESSENZA O PIANO ESSENZIALE; PIANO DELL’ESISTENZA O PIANO ESISTENZIALE; IL PIANO DEI FENOMENI, OPIANO FENOMENICO; IL PIANO DELL’AZIONE O PIANO OPERATIVO. 113

65 – Qual è la logge fondamentale che domina i quattro piani dell’essere della Chiesa?. 115

É LA LEGGE FONDAMENTALISSIMA DEL PRIMATO DELL’ESSENZA E DELLA FUNZIONE DELL’ESSENZA. I TRE PIANI DELLA ESISTENZA, DEL FENOMENO, DELL’AZIONE, CHE SEGUONO IL PIANO DELL’ESSENZA SONO IN FUNZIONE DELL’ESSENZA. DEVONO UBBIDIRLE, PENA IL CORROMPERSI E IL VANIFICARSI. 115

66 – La violazione della legge del primato del Corpo Mistico, quali conseguenze può provocare?  116

CI LIMITIAMO ALLE SEGUENTI: ROTTURA DELLA UNITÀ PROFONDA DELL’ESSERE DELLA CHIESA. SVUOTAMENTO INTERIORE DELLE STRUTTURE. GRADUALE PREVALERE DELL’UMANO SUL DIVINO. AFFERMAZIONE DELLA PERSONA UMANA, IN SOSTITUZIONE DEL CRISTO TOTALE, E CIOÈ DEL CORPO MISTICO STESSO. 116

67- In rapporto al Popolo di Dio, Comunione e Comunità, e ai quattro piani dell’essere della Chiesa, come potrebbero presentarsi le conseguenze della violazione del primato del Corpo Mistico ?  118

NON SAREBBERO CHE UNA APPLICAZIONE DELLE CONSEGUENZE DETTE NELLA RISPOSTA PRECEDENTE, PER IL POPOLO, LA COMUNIONE E LA COMUNITÀ. QUANTO AI PIANI DELL’ESSERE, ESSE SI RIASSUMEREBBERO IN UNA INTERNA FRANTUMAZIONE DELL’ESSERE STESSO DELLA CHIESA, NELLA MISURA CHE IN RAPPORTO ALLA VITA RELIGIOSA CÒLLETTIVA PREVALE IL NATURALE E L’UMANO SUL DIVINO, OPPURE ANCHE SOLO L’INTERESSE INDIVIDUALE O DI GRUPPO. 118

68- Come garantire l’indispensabile primato del Corpo Mistico nei quattro piani dell’essere della Chiesa?  119

CON UNA ECCLESIOLOGIA CHE SI ADEGUI ALLA SUA ESSENZA DI CORPO MISTICO COME SUPERORGANISMO DINAMICO RELIGIOSO CRISTIANO. L’ECCLESIOLOGIA ASSUME COSÌ UN’IMPORTANZA DECISIVA, CONFERMATA ANCHE DAL PRINCIPIO CHE DICE: QUALIS ECCLESIOLOGIA, TALIS THEOLOGIA ET TOTA VITA CRISTIANA. QUALE È L’ECCLESIOLOGIA, TALE SARÀ LA TEOLOGIA E TUTTA LA VITA CRISTIANA. 119

69 -Come si può riassumere l’esperienza storica dell’Ecclesiologia?  120

SI PUÒ RIASSUMERE SCHEMATICAMENTE IN TRE TAPPE: NELL’ECCLESIOLOGIA DELLA CHIESA AGAPE, NELL’ECCLESIOLOGIA DELLA CHIESA SOCIETÀ; NELL’ECCLESIOLOGIA DELLA CHIESA COME RELIGIONE, CORPO MISTICO E SOCIETÀ MONARCHICO GERARCHICA AD UN TEMPO, UNIFICATA NELLA SUA SINTESI ESSENZIALE DI SUPERORGANISMODINAMICO RELIGIOSO CRISTIANO. 120

70 – Non basterebbe una Ecclesiologia della Chiesa come Popolo di Dio, Comunione, Comunità?  122

NON BASTA, NON GIÀ PER UNA RAGIONE PRATICA, MA PER UNA RAGIONE TEORETICA. TEORETICAMENTE, NON È POSSIBILE ELABORARE UNA ADEGUATA E COERENTE ECCLESIOLOGIA DELLA CHIESA COME POPOLO DI DIO, COMUNIONE, COMUNITÀ, SENZA ELABORARE PRIMA UNA ECCLESIOLOGIA DELLA CHIESA COME SUPERORGANISMO DINAMICO RELIGIOSO CRISTIANO. 122

Capo VIII  “UNA, SANTA, CATTOLICA, APOSTOLICA” : 124

71- Qual è il primo postulato dell’azione apostolica, pastorale e missionaria?  124

È QUESTO: METTERE IN MOTO L’ESSENZA REALE CONCRETA E COMPLETA DELLA CHIESA, IN TUTTI E QUATTRO I SUOI PIANI DELL’ESSERE . L’ESSENZA è IL PRINCIPIO PRIMA DA CUI DEVE SCATTARE L’AZIONE. IN VIRTÙ DI ESSA, LA CHIESA DIVENTA ANCHE IL PRINCIPALE SOGGETTO AGENTE DELL’AZIONE APOSTOLICA, PASTORALE E MISSIONARIA ***** LA SUA AZIONE. 124

72- L’essenza della Chiesa possiede delle proprietà che abbiano un particolare interesse per l’apostolato?  126

SI, CERTO. E SONO LE NOTISSIME QUATTRO PROPRIETÀ DELLA CHIESA CHE SI PROFESSANO NEL CREDO : … UNAM, SANCTAM, CHATOLICAM, ET APOSTOLICAM ECCLESIAM … CHIESA “UNA, SANTA, CATTOLICA, ED APOSTOLILCA”. 126

73- Di che natura sono le quattro proprietà essenziali della Chiesa?  127

APPUNTO PERCHÉ SONO PROPRIETÀ ESSENZIALI, NON POSSONO AVERE ALTRA NATURA CHE QUELLA DELL’ESSENZA A CUI APPARTENGONO. ORA, ESSE APARTENGONO ALL’ESSENZA SUPERORGANICO-DINAMICA DELLA CHIESA. DUNQUE SONO PROPRIETÀ DI NATURA SUPERORGANICO DINAMICA, COM’É L’ESSENZA A CUI APPARTENGONO. 127

74- Cosa vuol dire Unità come proprietà essenziale della Chiesa?. 129

ESSA SIGNIFICA L’UNITÀ DEL SUPERORGANISMO DINAMICO RELIGIOSO CRISTIANO, LA QUALE INVESTE TUTTA L’ESSENZA DELLA CHIESA. A PARTIRE DALL’ESSENZA, SI PROIETTA NELLA SUA ESISTENZA, NELLE SUE MAIFESTAZIONI, NELLA SUA AZIONE. 129

75- Perché la Chiesa è Santa?. 131

LA CHIESA È SANTA PERCHÉ È IL SUPERORGANISMO DINAMICO RELIGIOSO CRISTIANO, DIVINO E UMANO AD UN TEMPO. TOTALMENTE ED INDEFETTIBILMENTE SANTA, COME SUPERORGANISMO DIVINO. CHIAMATA UNIVERSALMENTE ALLA SANTITÀ, NELLA SUA COMPONENTE UMANA. È QUESTA LA SANTITÀ DELLA CHIESA COME SUA PROPRIETÀ ESSENZIALE SUPREORGANICO- DINAMICA 131

76 – Come va intesa la Cattolicità? · 133

LA CATTOLICITÀ, ANCH’ESSA COME PROPRIETÀ ESSENZIALE SUPERORGANICO-DINAMICA DELLA CHIESA, SGORGA DALL’ESSENZA DELLA CHIESA COME SUPERORGANISMO DINAMICO, A VALORE UNIVERSALE E SUPREMIO. LA CATTOLICITÀ DELLA CHIESA, É DUNQUE LA CHIESA STESSA COME SUPERORGANISM0 DINAMICO NEL SUO SIGNIFICATO UNIVERSALE, OMMICOMPRENSIVO, DI SINTESI TOTALE DELL’UMANO NEL DIVINO. SINTESI DINAMICA, TUTTAVIA: E PERCIO’, CATTOLICITÀ COME PROPRIETÀ ESSENNZIALE SUPERORGANICO-DINAMICA 133

77-    Che cosa vuol dire Apostolicità?. 134

L’APOSTOLICITÀ   COME PROPRIETÀ ESSENZIALE SUPERORGANICO-DINAMICA DELLA CHIESA SIGNIFICA DUE COSE: PRIMO CHE NELLA VERA CHIESA DI CRISTO VIENE POSTULATA E GARANTITA LA LEGITTIMA ININTERROTTA SUCCESSIONE APOSTOLICA, CONFORME ALL’ASPETTO SOCIETARIO MONARCHICO-GERARCHICÒ DELLA CHIESA STESSA. SECONDO, SIGNIFICA CHE LA CHIESA, PRECISAMENTE COME SUPERORGANISMO DINAMICO SELMPRE IN FASE DI COSTRUZIONE, SEMRE IMPEGNATO A REALIZZARE LA SUA FUNZIONE SALVIFICA E SEMPRE IMMERSO NEL SERVIZIO DELLA CARITÀ CHE LO STIMOLA PER MANDATO DIVINO E PER SUA STESSA NATURA È CHIESA MISSIONARIA, APOSTOLICA, PASTORALE. 134

78 – Le quattro proprietà essenziali della Chiesa sono separabili fra loro?  136

NON SONO AFFATTO SEPARABILI FRA LORO, E TANTO MENO DALL’ESSENZA A CUI APPARTENGONO. MA FANNO CORPO TRA DI ESSE E CON L’ESSENZA,                           COME UN UNICO SISTEMA MEGLIO, COME UN UNICO ORGANISMO. DI FATTO NON SONO CHE ASPETTI DIVERSI DELL’UNICA ESSENZA SUPERORGANICO-DINAMICA DELLA CHIESA. 136

79- In che cosa si risolvono le quattro proprietà essenziali della Chiesa?  138

ATTRAVERSO L’ESSENZA DI CUI FANNO PARTE, SI RISOLVONO NELLA CHIESA STESSA, CHE ESSENDO UNA, SANTA, CATTOLICA ED APOSTOLICA PER ESSENZA, DOVRÀ ESSERE TALE ANCHE NELLA SUA ESISTENZA. DI PIÙ: CONDIZIONANDOSI A VICENDA SI RISOLVONO L’UNA NELL’ALTRA. APPLICANDO: APPUNTO PERCHÉ L’UNITÀ, LA SANTITÀ, LA CATTOLICITÀ, CONDIZIONANO L’APOSTOLICITÀ, NE SEGUE CHE DEBBONO RISOLVERSI IN ESSA, COME L’UNICO AUTENTICO LORO SBOCCO. 138

80 – Quali conseguenze derivano dall’apostolicità e per la Chiesa?  139

LE CONSEGUENZE POSSONO RIDURSI A QUESTA SOLA IL SUPERORGANISM0 DINAMICO RELIGIOSO CRISTIANO È DUNQUE APOSTOLÌCO: L’ESSENZA DELLA CHIESA È DUNQUE APOSTOLICA; LE SUE PROPRIETÀ ESSENZIALI SONO DUNQUE APOSTOLICHE; ÌN UNA PAROLA, LA CHIESA NEL SUO COMPLESSO È UNA REALTÀ APOSTOLICA ANZI, È PER ECCELLENZA LA REALTÀ APOSTOLICA. 139

Capo IX  SUPERORGANISMO DINAMICO APOSTOLICO MISSIONARIO   141

81- Qual è l’interpretazione conclusiva dell’essenza della Chiesa?. 141

SE CONFRONTIAMO LA CHIESA CON L’ETERNITÀ, L’INTERPRETAZIONE CONCLUSIVA DELLA SUA ESSENZA È QUELLA ESCATOLOGICA: LA CHIESA È IL CORPO MISTICO CHE    SI PROTENDE VERSO LA PIENEZZA DEL REGNO DEI CIELI NEL SUO COMPLETAMENTO FINALE.   SE LA CONFRONTIAMO COL TEMPO, L’INTERPRETAZIONE CONCLÙSIVA DELL’ESSENZA DELLA CHIESA È QUELLA DI SUPERORGANISMO DINAMICO RELIGIOSO CRISTIANO APOSTOLICO MISSIONARIO. 141

82- Come intendere la definizione essenziale completa della Chiesa nel tempo?  142

SI DEVE INTENDERE ALLA LUCE DELLA RIVELAZIONE E DEL MAGISTERO ECCLESIASTICO IN MODO SPECIALE DEL CONCILIO VATICANO II; NONCHÉ ALLA LUCE DELLA REALTÀ VERA DELLA CHIESA, ALLA QUALE VA RIPORTATA OGNI SINGOLA PAROLA QUESTA ANZI È LA PROSPETTIVA A CUI DEVE ARRIVARE IL CRISTIANO APOSTOLO, CHE NON HA PRETESE DI SCIENZA, MA UN DOCILE E GENEROSO IMPEGNO DI VITA. 142

83- Come va intesa l’essenza apostolica e missionaria della Chiesa?  144

VA INTESA INNANZITUTTO NON COME UN’AGGIUNTA, PER QUANTO ESSENZIALE POSSA ESSERE, MA COME L’ESSENZA STESSA DELLA CHIESA, A PARTIRE DALLE SUE RADICI. ALLA BASE DELLA CHIESA COME STRUMENTO UNIVERSALE DI SALVEZZA STA UN MANDATO CHE LA RENDE APOSTOLICA E MISSIONARIA FIN DALLE RADICI DEL SUO ESSERE. LA QUALIFICA POI DI “APOSTOLICA E MISSIONARIA” QUI VA INTESA IN SENSO ESSENZIALE, E NON SEMPLICEMENTE ESISTENZIALE ED OPERATÌVO. 144

84- Come si giustifica l’interpretazione essenziale apostolica e missionaria della Chiesa così intesa?  146

LA PRIMA GIUSTIFICAZIONE È GIÀ STATA DATA. ED È QUELLA DEL MANDATO DIVINO, CHE INVESTE LA CHIESA DELLASUA FUNZIONE SALVIFICA. LA SECONDA SGORGA DALLA STESSA ESSENZA DELLA CHIESA COME SUPERORGANISMO DINAMICO RELIGIOSO CRISTIANO. LA TERZA RISULTA DALLE PROPRIETÀ ESSENZIALI DELLA CHIESA, LE QUALI, RISOLVENDOSI NELL’APOSTOLICITÀ, RISOLVONO ANCHE L’ESSENZA DELLA CHIESA IN ESSENZA APOSTOLICA E MISSIONARIA 146

85- La Chiesa, come strumento universale di salvezza, con che cosa coincide?  147

LA CHIESA COME UNIVERSALE STRUMENTO DI SALVEZZA VIENE A COINCIDERE COL SUPERORGANISMO DINAMICO RELIGIOSO CRISTIANO COME SUPERORGANISMO ESSENZIALMENTE APOSTOLICO E MISSIONARIO. 147

86 – Come si può rendere efficiente la salvezza cristiana?. 149

MOBILITANDO LA CHIESA COME SUPERORGANISMO DINAMICO APOSTOLICO MISSIONARIO. LA SALVEZZA CRISTIANA PASSA PER LA CHIESA, STRUMENTO UNIVERSALE DI SALVEZZA. MA LA CHIESA SALVA, NELLA MISURA CHE SI REALIZZA UNIVERSALMENTE COME SUPERORGANISMO DINAMICO RELIGIOSO CRISTIANO. E SI REALIZZA COME TALE, ALLA CONDIZIONE DÌ TRADURSI EFFETTIVAMENTE IN SUPERORGANISMO DINAMICO APOSTOLICO E MISSIONARIO, A RAGGIO DAVVERO UNIVERSALE. 149

87- Come tradurre effettivamente la Chiesa, strumento universale di salvezza, in superorganismo dinamico apostolico e missionario?. 151

MOBILITANDONE L’ESSENZA NEI QUATTRO PIANI DELL’ESSERE, L’ESSENZA DELLA CHIESA NON È PIÙ UN’ASTRAZIONE. È LA SUA REALTÀ PIÙ COMPLETA E PÙ VERA, A COMINCIARE A DAL DIVINO COME SUA FORMA. È CIÒ CHE LA FA ESSERE AUTENTICA CHIESA. È CIÒ CHE NE GARANTISCE LA VITALITÀ, L’ENERGIA, LA SORGENTE INESAURIBILE DELL’EFFICIENZA SALVIFICA SOPRANNATURALE. GARANTITA L’ESSENZA, GARANTITO TUTTO. 151

88- Anziché voler mobilitare l’essenza della Chiesa, o se si vuol la Chiesa nella sua essenza, non basterebbe mobilitare le persone?. 152

NON BASTA. PER AGIRE, PUÒ BASTARE LA PERSONA. MA PER SALVARE, LA PRSONA NON BASTA. PER SALVARE BISOGNA METTERE IN MOTO LA SALVEZZA. E LA SALVEZZA PASSA PER CRISTO, PER LA SUA CHIESA. BISOGNA DUNQUE METTERE IN MOTO LA CHIESA CHE È LA VERA OPERA DI SALVEZZA, L’OPERA STESSA DI GESÙ SALVATORE E REDENTORE. E METTERLA IN MOTO, A PARTIRE DALL’ESSENZA, CHE NE RAPPRESENTA L’ANIMA. LE PERSONE SI MOBILITANO MOBILITANDONE L’ANIMA. LA CHIESA SI MOBILITA MOBILITANDONE L’ESSENZA. 152

89- le persone non andranno dunque mobilitate?. 154

TUTT’ALTRO! … ANDRANNO MOBBILITATE ANCH’ESSE. MA BISOGNA MOBILITARLE IN CRISTO E NELLA SUA CHIESA. E NON IN MODO QUALSIASI, MA ATTRAVERSO LA MOBILITAZIONE DELLA SUA ESSENZA SUPERORGANICO- DINAMICA. 154

90- Perché l’essenza superorganico—dinamica della Chiesa comporta la mobilitazione anche di sé stessa? … Non si potrebbe almeno prescinderne?. 155

LA RAGIONE È QUESTA: PRCHÉ LA CHIESA È PER ESSENZA SUPERORGANISMO DINAMICO. E IL SUPERORGANISMO DINAMICO, APPUNTO PERCHÉ È “SUPERORGANISMO”, ED È “DINAMICO”, VA MOBILITATO IN SÉ STESSO. OGGI NON È PIÙ POSSIBILE PRESCINDERE DA QUESTA MOBILITAZIONE, FERMANDOCI ALLA MOBILITAZIONE DELLE PERSONE. È STATO POSSIBILE IN UN MONDO STATICO E CON UNA CONCEZIONE DELLA CHIESA SOLTANTO SOCIETARIA O COMUNITARIA. 155

Capo X  COMPOSIZIONE DELLA CHIESA. 157

91 – Che cosa comporta la mobilitazione apostolica della Chiesa come · superorganismo dinamico?  157

IMPORTA TRE COSE: UNA FORMAZIONÈ DOTTRINALE A CONTENUTO SUPERORGANICO-DINAMICO; UNA FORMAZIONE SPIRITUALE DI NATURA SUPERORGALUCO-DINAMICA; UNA AZIONE PRATICA DI ISPIRAZIONE SUPERORGANICO-DINAMICA.                                    LA FORAMZIONE SUPERORGANICO DINAMICA TROVA LA SUA CHIAVE IN UNA ECCLESIOLOGIA SUPERORGANICO DINAMICA E DUNQUE, PER PRIMA COSA, DI UNA CONOSCENZA VITALE E APPROFONDITA DEL COHPO MISTICO COME SUPERORGANISMO DINAMICO. 158

92- Una formazione apostolica ecclesiale superorganico dinamica, ben centrata in Cristo-forma, che cosa richiede da parte del cristiano apostolo?. 159

RICHIEDE PER PIMA COSA LA PRESA DI COSCIENZA E LA ACCETAZIONE DELLA SUA REALTÀ VERA DI UOMO E DI CRISTIANO NELLA CHIESA, COME SUPERORGANNISMO DINAMICO. SI PUÒ ARIVARE A INDIVIDUARLA, ESAMINANDO LA COMPOSIZIONE DELLA CHIESA STESSA COME SUPREORGANISMO DINAMICO. 159

93-    La Chiesa, come superorganismo dinamico, si compone di vari elementi?  161

LA CHIESA, COME SUPERORGANISMO DINAMICO É ONTOLOGICAMENTE UNA. APPARE COME IL CENTRO E LA SINTESI DI TUTTO. COME CENTRO ESSA ORIENTA LA NOSTRA VISIONE. COME SINTESI, ESSA CI DICE COME METTERE INSIEME, E ANCHE COME DISTINGUERE, I SUOI VARI ELEMENTI. 161

94- Quali sono i primi due elementi da sapersi individuare nella Chiesa come superorganismo dinamico?  162

SONO I DUE ELEMENTI CHE GIÀ CONOSCIAMO, DI FORMA E DI MATERIA. LA FORMA È IL DIVINO. LA MATERIA È L’UMANO. ESSE COMPONGONO LA STESSA ESSENZA DELLA CHIESA COME SUPERORGANISMO DINAMICO CHE OPERA LA SINTESI RELIGIOSA E SALVIFICA DELL’UMANO NEL DIVINO. 162

95 – Dopo la forma e materia, quali due altri elementi individuare nella Chiesa come superorganismo dinamico?  165

DOPO LA FORMA E MATERIA, DOBBIAMO SAPER DISTINGUERE NELLA CHIESA COME SUPERORGANISMO DINAMICO, LO STESSO SUPERORGANISMO DA UNA PARTE, E LA SUA VITA-AZIONE DALL’ALTRA CHE CHIAMEREMO PRAXIS. DISTINGUERE TUTTAVIA NON GIÀ PER SEPARARE, MA SOLO PER INDIVIDUARE. SUPERORGANISMO E PRAXIS INFATTI SONO INSEPARABILI, DUE FACCE DELLA STESSA MEDAGLIA. 165

96- Vi sono altri elementi che è utile individuare nella Chiesa come superorganismo dinamico?  167

CE NE SAREBBERO MOLTI. ACCENNIAMO ALLA DIOCESI E AL LA PARROCCHIA; ALLE VARIE ISTITUZIONI; ALLE SINGOLE PERSONE; E PROBLEMA DELLA COMPOSIZIONE FRA CHIESA E MONDO.   PER QUANTO RIGUARDA LA DIOCESI E LA PARROCCHIA DICIAMO CHE ESSE RAPPRESENTANO LE DUE DIMENSIONI CHE RIPETONO LA CHIESA COME SUPERORGANISMO DINAMICO, IN MODO DA PORLA COME STRUMENTO DI SALVEZZA ALLA COMPLETA PORTATA DI TUTTI. 167

97 – Le varie istituzioni, sono anche esse elementi che compongono la Chiesa così come è venuta sviluppandosi nella sua esistenza storica, come vanno interpretate?. 169

VANNO INTERPRETATE ANCH’ESSE COME ORGANISMI DINAMICI. NON PERÒ ORGANISMI DINAMICI RIPETITORI DELLA CHIESA, QUALE È IL CASO DELLA DIOCESI E PARROCCHIA. MA COME ORGANISMI DINAMICI CHE LE SERVONO DI STRUMENTO PER SVOLGERE DETERMINATI COMPITI E SERVIZI, FUNGENDO DA ORGANI DELLA CHIESA STESSA. SOUO DUNQUE, NON GIÀ ORGANISMI RIPETITORI, MA ORGANISMI-ORGANI DELLA CHIESA. 169

98- le persone, che sul piano umano rimangono pur sempre l’elemento più prezioso e decisivo di cui si compone la Chiesa, che cosa sono dentro di essa come superorganismo dinamico? …   170

LE PERSONE, NEL SUPERORGANISMO DINAMICO DELLA CHIESA, RAPPRESENTANO QUELLA PARTE PRIMORDIALE E PIÙ ELEMENTARE DI UN ORGANISMO VIVO, CHE SI CHIAMA CELLULA. E POICHÉ SI TRATTA NON GIÀ DI UN ORGANISMO FISICO MA DI UN ORGANISMO DINAMICO, LA PAROLA “CELLULA” RIFERITA ALLA PERSONA NELLA CHIESA ASSUME UN SENSO VERO, E VA INTESA NON GIÀ COME UNA SEMPLICE METAFORA O PEGGIO UNA CELLULA FISICA, MA COME CELLULA PERSONA CORRISPONDENTE ALL’EVANGELICO ”TRALCIO” DELLA VITE, AL PAOLINO “MEMBRO” DEL CORPO DI CRISTO, ALLA “PIETRA VIVA” DEL TEMPIO DELLA CHIESA, DI CUI PARLA SAN PIETRO. 170

99- Si può parlare di una certa composizione tra Chiesa e mondo, sì che anche il mondo appaia come un elemento di cui è composto il superorganismo dinamico cristiano?. 173

LA DOMANDA PONE IL PROBLEMA DEL RAPPORTO TRA CHIESA E MONDO, ILLUSTRATO DALLA COSTITUZIONE CONCILIARE GAUDIUN ET SPES. CERCHIAMO QUI DI ESPRIMERE LA SOLUZIONE IN UNA BREVE F FRASE, PARTENDO DALL’ESSENZA DELLA CHIESA COME SUPERORGANISMO DINAMICO . VISTO CHE IN QUESTA ESSENZA DELLA CHIESA, IL PROBLEMA SI RISOLVE IN UN RAPPORTO DI FORMA E MATERIA. LA FORMA È SEMPRE IL DIVINO; IN QUESTO CASO, LO STESSO CORPO MISTICO. E LA MATERIA È IL MONDO, IN QUANTO PUÒ E DEVE ENTRARE IN SINTESI CON LA FORMA, ACCETTANDO IL DIVINO CHE LO SALVA. 173

100- Che cosa concludere alla fine di questa prima parte del nostro Catechismo?  175

COME CONCLUSIONE DI ESSA E COME PREMESSA DELLE SEGUENTI, SI POSSONO FISSARE QUESTE TRE COSE: LA SALVEZZA CRISTIANA PASSA PER LA CHIESA, UNIVERSALE STRUMENTO DI SALVEZZA; IL POTENZIAMENTO DELLA CHIESA COME STRUMENTO DI SALVEZZA, DEVE PASSARE PER LA SUA ESSENZA DI SUPERORGANISMO DINAMICO; LA MOBILITAZIONE E L’EFFICIENZA DELLA CHIESA COME SUPERORGANISMO DINAMICO DIPENDE DAL RICONOSCERSI E DALL’ACCETTARSI DEL CRISTIANO APOSTOLO COME, COME CELLULA-PERSONA. 175

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *